Annata 2008

Le abbondanti precipitazioni primaverili estive hanno creato qualche problema nel contenimento della peronospora in tutto il comprensorio viticolo del Collio. Tuttavia grazie a trattamenti specifici, si è riusciti a bloccare la diffusione del fungo, tanto che i danni alla produzione sono stati limitati.

Le grandinate estive, seppur di lieve entità, in pochi casi hanno creato danni non significativi; fortunatamente le alte temperature di fine luglio hanno completamente asciugato e dissecato gli acini colpiti evitando di conseguenza la diffusione di marciumi.
Sfogliature ragionate eseguite in considerazione dell’annata e in epoca precoce, hanno evitato attacchi di botrite ed allo stesso tempo ridotto l’esposizione dei grappoli a rischio di eventuali scottature da sole.

Le giornate calde e soleggiate che hanno caratterizzato i mesi di agosto e settembre, hanno consentito di accelerare la fase di maturazione delle uve.

Pertanto è stato registrato un’ inizio di vendemmia anticipato ma esclusivamente per le varietà precoci come Pinot grigio e Sauvignon; la raccolta delle altre uve bianche, ha subito un leggero rallentamento, tanto è vero che le varietà di uve Tocai friulano, Malvasie istriana e Chardonnay, sono state raccolte quasi tardivamente rispetto alla norma.
Visto l’andamento climatico di fine estate le uve si presentano sane e senza particolari problemi di marciumi.Complessivamente, si è stimata una produzione leggermente al di sotto della media.
I valori dei principali parametri delle uve (acidità e concentrazione zuccherina), sono rientrati nella norma.
Considerate le notevoli escursioni termiche tra giorno e notte osservate nella fase finale della maturazione delle uve, le varietà aromatiche come i Sauvignon ne hanno tratto notevole beneficio per la definizione del quadro aromatico. Interessanti risultati si sono ottenuti anche con uve Pinot grigio, Chardonnay.