Annata 2014

Il 2014 è stato uno dei millesimi più difficili da gestire nell’ultimo quarto secolo in Friuli. Dopo una prima parte dell’estate tanto calda quanto umida e piovosa, ad agosto e settembre  si sono registrate copiose precipitazioni, accompagnate da temperature  al di sotto della media stagionale che hanno creato notevoli problemi sia dal punto di vista sanitario che del raggiungimento della perfetta maturità delle uve. Tuttavia nella nostra zona, molto più che nelle altre zone viticole in Friuli Venezia Giulia, il numero dei vini degni della massima considerazione non sono affatto pochi (in particolare Friulano, Pinot Grigio e Sauvignon  nonché la Malvasia Istriana e bianchi d’assemblaggio). La costante ventilazione di cui godono le colline e una buona parte della pianura, la forte pendenza di alcuni vigneti e l’aumento della manodopera nonché la determinazione a produrre vini di qualità, hanno forse giocato un ruolo decisivo ai fini del risultato finale. I vini si presentano freschi, eleganti e con il passare degli anni potrebbero anche sorprenderci.